Ramon Muzzi senza paura: “Sora forte, ma noi abbiamo una grande mentalità”

Ramon Muzzi senza paura: “Sora forte, ma noi abbiamo una grande mentalità”

LVPA Frascati – Sora non sarà mai una partita come le altre. Tanto per il blasone, quanto per gli uomini che scenderanno in campo a contendersi la vittoria sorreggendosi l’un l’altro.

Ramon Muzzi ci sarà, pronto a sfidare il capocannoniere del girone C di Eccellenza Daniel Rossi. Fra i due ci sarà un duello a distanza, fatto non solo di numeri ma anche di tanta sostanza e impegno, quello che Ramon non fa mai mancare alla sua LVPA.

Dal suo ritorno dall’Arezzo non sono mancati gol e assist, ora è pronto a scendere in campo in una gara che non ha bisogno di presentazioni.

«È facile preparare queste gare perché le motivazioni ti rendono consapevole della posta in palio.

Noi sappiamo che vincere domenica può rappresentare il punto di svolta nel nostro campionato, ma non ci faremo condizionare dalla pressione.

Stiamo preparando la gara con lo stesso spirito di sempre, perché vincere col Sora vale tre punti come tutte le altre partite che ci aspettano da qui alla fine».

Mentalità da squadra che sa che, al di là dello scontro diretto, c’è un campionato da vincere ed ogni sfida nasconde difficoltà diverse.

«La nostra mentalità sarà fondamentale domenica e nelle altre cinque partite che ci mancano da giocare.

In questo momento noi abbiamo tutto da perdere, in un big match può succedere qualsiasi cosa.

Non abbiamo paura né sentiamo la pressione, sappiamo che la testa conterà quanto e più delle gambe in questo ultimo mese di campionato».

Il Sora si presenta a questo appuntamento con uno score invidiabile: 12 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta dalla partita di andata del Tomei, vinta dalla LVPA 2 – 1.

La LVPA dovrà affrontare un avversario in forma, oltre che forte: «Non mi piace parlare degli avversari, sono forti e hanno grandi giocatori per la categoria, ma lo siamo anche noi.

Dalla nostra, abbiamo un gruppo squadra unito, compatto e soprattutto che può contare su tantissimi giocatori forti. Il nostro gruppo è forte e determinato, rispettiamo il Sora ma non abbiamo paura della partita».

Anche perché Muzzi, di avversari importanti, ne ha già incontrati quest’anno nei primi 5 mesi con la maglia dell’Arezzo. Il figlio d’arte è pronto a cogliere al balzo la sfida: «L’esperienza all’Arezzo mi ha migliorato come giocatore e come uomo, sento di avere la giusta mentalità per affrontare questo tipo di partite.

Penso e voglio essere decisivo per la squadra. Gol, assist o lavoro sporco non importa: cercherò di aiutare in tutti i modi la squadra a vincere».

Lascia un commento