Ramon Muzzi mata il Città di Paliano, la LVPA ritrova gol, morale e tre punti

Ramon Muzzi mata il Città di Paliano, la LVPA ritrova gol, morale e tre punti

Eccellenza, 17^ giornata: LVPA Frascati – Città di Paliano

LVPA: Iali; Ferraro, Montella, Costantini, Paolelli; Molinari, Panella, Tordella; Pagliaroli, R. Muzzi (47’st Schiena), N. Muzzi (23’st De Vita). A disp. : Santi, Splendori, D’Acunzo, Caso, Boccacci, Negro, Villa. All. : Pace.

Paliano: Reali; Cristoferi (24’st Conti), Cristini, Porzi (31’st Alessandroni), Borgia; Ronci, Donnini, Martinoli (24’st Pepe); Salvati (9’st Macciocca), Cesarini, Ziantoni. A disp. : Perri, Romolo, Moretti, Frioni, Pintori. All. : Russo.

Arbitro: Stavagna di Viterbo. Assistenti: Monaco di Roma 2 e Gentilezza di Civitavecchia.

Marcatori: 17’pt R. Muzzi.

Note: 2’ e 5’ rec. ; ammoniti Porzi, R. Muzzi, Conti, Montella; al 46’st espulso Pepe per condotta violenta.

Dopo due pareggi sfortunati e amari la LVPA Frascati torna alla vittoria in casa contro il Città di Paliano.

Prestazione giusta e cinismo dei tempi migliori, con questi ingredienti gli amaranto-arancio hanno costruito la propria vittoria, trascinati da un incontenibile Ramon Muzzi e salvati da Iali nel finale, autore di un grandissimo intervento su Borgia.c

La gara – L’emergenza continua in casa LVPA, manca tutto il centrocampo: Hrustic, Lalli e Citro sono squalificati, Panella stringe i denti e c’è, accanto a lui Tordella e Molinari, in difesa spazio a Paolelli, davanti ci sono i fratelli Muzzi con il rientrante Pagliaroli, in porta torna Iali dopo tre mesi e mezzo dall’infortunio di Sezze. Il Paliano non può contare su Nardi, mentre Macciocca e Pintori sono in panchina non al meglio.

Il primo tempo è noioso, con poche occasioni. Al 6’ clamorosa occasione per i padroni di casa: Reali esce malissimo e Ramon Muzzi lo scarta, assist per il fratello Nicholas che in area calcia a botta sicura trovando Cristini sulla propria traiettoria, che salva a porta sguarnita.

Il Città di Paliano si difende e riparte aggressivo, al 10’ bel contropiede degli ospiti che rubano palla con Porzi, servizio per l’accorrente Martinoli che cicca il tiro, sicuro Iali.

Poco dopo ecco il gol che sblocca l’equilibrio: giocata sensazionale di Pagliaroli a destra, tunnel sul difensore e palla in arietta, dove Ramon Muzzi non può mancare l’appuntamento con il primo gol stagionale, 1 – 0 e gol per il figliol prodigo fresco di ritorno dall’Arezzo.

Il gol permette alla LVPA di gestire, i ragazzi di Pace fanno possesso e contengono bene il Paliano. Al 40’ chance per Montella che di testa manda alto un bel corner di Molinari, dopo il quale si va al riposo.

La ripresa vede subito la LVPA in avanti, palla al centro, show di Paolelli sulla sinistra, l’azione viene trasmessa al centro dove Tordella tenta il jolly da fuori, Reali è sicuro in presa.

Ci riprova poco dopo Tordella dalla stessa posizione, stavolta il tiro è alto.

Al 12’ proteste LVPA per un contatto in area fra Nicholas Muzzi e Ronci, brava la direttrice di gara viterbese Stavagna a lasciar proseguire, Ronci è in anticipo.

Al 26’ altra occasione mostruosa per la LVPA: Muzzi serve in contropiede Pagliaroli, il primo tiro viene murato, poi Pagliaroli si beve due giocatori in un fazzoletto di campo e mette la palla in arietta, Cesarini devìa e Ronci salva sulla linea.

L’ingresso di Macciocca dà coraggio agli ospiti, che nel finale si fanno più pericolosi. Al 31’ Cesarini irrompe in area e serve Donnini, destro secco ma palla a lato.

Nel finale Matteo Iali salva il risultato su Ronci con un miracolo incredibile sul colpo di testa del difensore ospite, giunto su calcio d’angolo, parata che vale i tre punti.

Nel recupero, un generoso Ramon Muzzi sciupa l’occasione del 2 – 0 mandando alto un tiro a giro mentre al 47’ Pepe viene espulso per un violento pestone su Paolelli, oggi ottimo esterno, che si era sganciato in avanti.

Finisce 1 – 0, la LVPA ritrova sorriso, vittoria e testa della classifica, condivisa con il Ferentino a 38 punti. Non c’è tempo per riposarsi o crogiolarsi sugli allori, mercoledì c’è l’andata di Coppa Italia contro la Tivoli, poi l’Arce e poi di nuovo la Tivoli in febbraio da vivere tutto d’un fiato.

Lascia un commento