La LVPA non muore mai: Nohman e Pompili riprendono il Gaeta, finisce 3 – 3

La LVPA non muore mai: Nohman e Pompili riprendono il Gaeta, finisce 3 – 3

Eccellenza, 11^ giornata: LVPA Frascati – Gaeta 3 – 3

LVPA: Santi; Villa, Molinari, Paolelli, Costantini; Panella (8’st Pallocca), Hrustic, Schiena (19’st Negro); Pagliaroli (41’pt De Vita), Nohman, Pompili. A disp. : Antonucci, Monni, Splendori, D’Acunzo, Caso, Condotta. All. : Pace.

Gaeta: Conte; Galasso, Siciliano, Vitale, Altobelli; Alongi, Orlando (26’st Piscitelli), Barba (26’st Azoitei); D’Urso (19’st Carnevale), Arduini, Leccese (40’st Sfavillante). A disp. : Simoncelli, Prencipe, Angelino, Sigillo, Pattelli. All. : Di Rocco.

Arbitro: Chirnoaga di Tivoli. Assistenti: Di Mambro di Cassino e De Lucia di Frosinone.

Marcatori: 20’pt Nohman, 24’pt Vitale, 28’pt Leccese, 20’st Pompili, 29’st rig. Arduini, 34’pt Nohman.

Note: 2’ e 5’ rec. ; ammoniti Molinari, Orlando, Siciliano, Vitale, Sfavillante, D’Urso.

La LVPA Frascati e il Gaeta danno spettacolo nel big match dell’undicesima giornata di Eccellenza, allo stadio VIII Settembre è tre a tre fra le due compagini in una gara ricca di emozioni, gol e polemiche.

La LVPA non riesce a festeggiare la vittoria al rientro nella propria casa, ma Pace può essere felice della bella prestazione offerta dai suoi contro un avversario di grande livello, un Gaeta che offre la migliore proposta di gioco del girone.

La gara – solita emergenza per Pace che ha fuori Citro, Muzzi, Sebastiani, Montella, Ferraro e De Vita e Pagliaroli a mezzo servizio, l’ex Aprilia è in campo con Nohman e Pompili nel tridente, Gaeta che ha perso quattro big nell’ultimo periodo: Marciano, Mariniello e Venditti.

Parte forte la LVPA che dopo un minuto sfiora il gol: grande giocata di Pompili a sinistra, palla per Schiena che arriva a rimorchio ma non coglie l’attimo, tiro debole fuori.

Pompili si mette in proprio poco dopo con una bella sgroppata da sinistra, tiro potente ma centrale. Sono le prove del gol che arriverà al 20’: bello scambio fra Pompili e Molinari a sinistra palla in the box dove si aggira Nohman che in quella zona non perdona, 1 – 0 e terza rete consecutiva in campionato per Nohman.

Il Gaeta non lascia, anzi raddoppia e trova il sorpasso nel giro di cinque minuti. Al 24’ Vitale offre la specialità della casa, e tira una “maledetta” da calcio di punizione che non lascia scampo a Santi, uno a uno e perla del 39enne capitano gaetano, poco dopo arriva anche il 2 – 1 grazie ad una bellissima azione corale del Gaeta. La squadra di Di Rocco parte da dietro, verticalizza con fluidità e porta Leccese al tiro, velo di Orlando e palla nel sacco.

La LVPA si butta in attacco ma rischia di crollare, e al 39’ ci vuole un super Matteo Santi, che in uscita mura Barba che era ripartito tutto solo verso la porta in contropiede.

La ripresa sarà ancor più emozionante e anche ricca di polemiche. Il Gaeta chiede il secondo giallo per Molinari al decimo, Chirnoaga lascia proseguire e sulla successiva punizione Vitale calcia centrale. Poco dopo la LVPA pareggia: discesa di Molinari a sinistra, grande palla in area per Pompili che entra in porta con tutto il pallone, ottavo centro in campionato per un Mandrake in grande forma.

Ma le sorprese sono dietro l’angolo, e al 28’ il direttore di gara Chirnoaga è ancora protagonista: Arduini, devastante quest’oggi, inventa un filtrante da destra, Azoitei e Villa vanno a contatto, il tocco è leggero ma per l’arbitro tiburtino è rigore fra le proteste della LVPA. Arduini trasforma il rigore ed è 3 – 2.

Ma la LVPA non muore mai, e Nohman è ancora protagonista. Prima offre un gran pallone a Hrustic che calcia alto da buona posizione, poi al 34’ trova il gol del pareggio con opportunismo: c’è uno scontro fra Conte e De Vita, Chirnoaga lascia proseguire e il bomber a porta vuota non può sbagliare, fra le proteste degli ospiti che volevano il fallo su Conte.

Nel finale la LVPA si getta in avanti, ma il pallone non vuole entrare, i tentativi di Negro, Nohman e De Vita si perdono fuori o fra le braccia di Conte.

Finisce così 3 – 3 una partita spettacolare, giocata ad alti ritmi da due grandi squadre. La LVPA mantiene il primato, consapevole che dovrà difenderlo domenica prossima a Ferentino contro i secondi in classifica.

Lascia un commento